Disturbo alimentare
6 Marzo 2024
  • 220

Giada, 22 anni.


Giada è nel bel mezzo di un disturbo alimentare, non lo dico io lo dice lei in risposta alla domanda “come posso aiutarti?”

Iniziamo un po’ a parlare, mi risponde che sa benissimo che così non si può andare avanti e mi dice che vuole cambiare la sua condizione.

Le chiedo se sta facendo un percorso di psicoterapia, fondamentale per uscire da un disturbo del comportamento alimentare, mi dice di NO… provo un po’ a toccare l’argomento e a farle capire l’importanza di un supporto psicologico.

 
Al controllo successivo Giada non si presenta all’appuntamento, mi tormento di domande su cosa avrei potuto fare di più per aiutarla..

Forse lei non era ancora pronta a fare questo salto?
Forse le avrei dovuto già dare il contatto durante la prima visita?

Non sarei voluta risultare invadente…. insomma questa cosa mi ha tormentato diversi giorni e ogni tanto mi riaffiora alla mente.

Chissà se Giada ha trovato la forza per farsi aiutare. 

Want to know about our offers first?
Subscribe our newsletter

Subscribe our newsletter

[mc4wp_form id="806"]